Santa Maria in Aracoeli sul colle Capitolino

La basilica di Santa Maria in Ara Coeli sorge sul Campidoglio, di fatti il suo originario nome era Santa Maria in Capitolio ed era parte di edifici del monastero che si era insediato proprio sul colle capitolino con attorno delle costruzioni romane antiche che andavano in rovina. Relativamente all'attuale nome della chiesa bisogna far riferimento al Mirabilia Urbis Romae, ad una leggenda secondo cui la chiesa sarebbe stata costruita li dove Augusto vide una Donna con Bambino in braccio e avrebbe detto tali parole: "Questa è l'ara del figlio di Dio" e dal 1323 è diventato di uso popolare chiamare la chiesa come lo è attualmente. Come tante chiese romane anche Santa Maria in Ara Coeli ha una storia piuttosto antica e articolata: sorge su quello che doveva essere il tempio di Giunone Moneta, ma non è certo perchè secondo altri studi sorgeva invece sull' Auguraculum, luogo dal quale gli Auguri, osservando il volo degli uccelli prendevano gli auspici; la prima costruzione è risalente al IV secolo e come accadeva spesso, intorno alla chiesa, si addensarono diverse costruzioni: nella parte superiore un monastero, mentre sulle pendici del colle un mercato e successivamente piccolo quartiere. troviamo ancora i resti di tali costruzioni (la chiesa di San Biagio del Mercato ed una insula romana) scoperte negli anni trenta e quaranta del XX secolo. Fu papa Innocenzo IV nel 1250 ad affidare ai francescani la chiesa, dopo un periodo di lotte tra il popolo romano e papa Innocenzo II; i francescani ristrutturarono la chiesa a cui venne data una diverso orientamento: verso San Pietro e il Campo Marzio, aggiungendo una scalinata commissionata dal libero comune nel 1348, come voto alla Vergine affinché ponesse fine alla peste; sembra essere stata realizzata con marmi di spoglio ricavati dai resti della scalinata del Tempio di Serapide al Quirinale; e venne poi inaugurata da Cola di Rienzo; l'Aracoeli è stata per lungo tempo la chiesa del popolo di Roma e delle sue istituzioni civiche, avendo molto vicino il Senato. Nel 1341 Francesco Petrarca divenne ufficialmente poeta; es ancora proprio qui si svolse, nel 1571, il trionfo di Marcantonio Colonna, per festeggiare la vittoria nella battaglia di Lepanto ( ricordata internamente da un ricco soffitto che decora la chiesa). Dopo le distruzioni francesi, le Con l'Unità d'Italia la chiesa passa allo Stato. Con i lavori del Vittoriano, iniziati nel 1882 e terminati nel 1911, furono distrutti gli edifici che a sud del colle capitolino e l'imbocco di via del Corso. L'interno presenta una struttura a tre navate, tre cappelle absidali e un transetto sporgente e ventidue colonne provenienti da vari edifici romani; il pavimento cosmatesco risale al secolo XIII, e vi sono inserite lastre tombali; la chiesa racchiude grandi capolavori: il monumento funebre del Cardinale Ludovico d'Albret, opera di Andrea Bregno del 1465.; la lastra tombale dedicata a Giovanni Crivelli, arcidiacono di Aquileia, opera di Donatello databile al 1433. proseguendo in avanti, sulla quarta colonna di sinistra, c'è un altare con la Madonna col Bambino e dedicante detta Madonna del Rifugio (scuola viterbese del XV secolo). Tra i capolavori possiamo ancora citare la cappella Bufalini dipinta dal Pinturicchio con Storie di San Bernardino da Siena datata al 1484-1486; la Cappella di San Pasquale Baylon, nella quale è stata scoperta nel 1974 resti di affreschi del secolo XIV conuna Madonna col Bambino tra i Santi Giovanni Evangelista e Battista, attribuiti a al Cavallini e al Torriti. Miracoli di San Pasquale opera del Seiter e stucchi del Cavallini; inoltre possiamo ancora citare un affresco di Benozzo Gozzoli con un Sant'Antonio da Padova databile al XV secolo; il Monumento al cardinale Matteo d'Acquasparta, attribuito a Giovanni di Cosma opera gotica del XIV secolo a Roma e sopra una Madonna col Bambino in trono tra i Ss. Matteo e Giovanni e il cardinale) attribuito a Pietro Cavallini; queste sono solo alcune delle meraviglie conservate in una delle chiese più preziose di Roma.


ENGLISH


Santa Maria in Aracoeli on the Capitol Hill


The basilica of Santa Maria in Ara Coeli stands on the Capitol, in fact, its original name was Santa Maria in Capitolio and was part of buildings of the monastery that had settled right on the Capitoline hill with around ancient Roman buildings that went into disrepair. Regarding the current name of the church it must be referred to the Mirabilia Urbis Romae, a legend that the church would be built there where Augustus saw a Woman with a Child in his arms and would say such words: "This is the macaw of the son of God" and since 1323 it becomes so popular to be called in the way it is currently. Like many Roman churches, Santa Maria in Ara Coeli has a rather ancient and articulate history: it stands on what was supposed to be the temple of Juno Moneta, but it is not certain because according to other studies it was instead raised on the Auguraculum, place from which the Auguri, observing the flight of birds took the wishes; the first construction dates back to the 4th century and as was often the case, around the church, several buildings thickened: at the top a monastery, while on the slopes of the hill a market and later small neighborhood. we still find the remains of such buildings (the church of San Biagio del Mercato and a Roman insula) discovered in the thirties and forties of the twentieth century. It was Pope Innocent IV in 1250 who entrusted the Franciscans with the church, after a period of struggles between the Roman people and Pope Innocent II; the Franciscans renovated the church to which a different orientation was given: towards St. Peter and Campo Marzio, adding a staircase commissioned by the "free municipality" in 1348, as a vow to the Virgin to put an end to the plague; it appears to have been made with bare marbles made from the remains of the steps of the Serapis Temple at the Quirinale; and was then inaugurated by Cola di Rienzo; Aracoeli has long been the church of the people of Rome and its civic institutions, having very close to the Senate. In 1341 Francesco Petrarca officially became a poet; In 1571, Marcantonio Colonna's triumph took place here to celebrate his victory at the Battle of Lepanto (remembered internally by a rich ceiling decorating the church). After the French destruction and the Unity of Italy, the church passes to the State. With the work of the Victorian, which began in 1882 and ended in 1911, the buildings south of the Capitol Hill and the entrance of Corso Street were destroyed. The interior has a three-nave structure, three apsidal chapels, and a protruding transect and twenty-two columns from various Roman buildings; the Cosmatesque floor dates back to the 13th century, and tomb slabs are inserted into it; the church contains great masterpieces: the memorial of Cardinal Ludovico d'Albret, the work of Andrea Bregno of 1465.; the tombstone dedicated to Giovanni Crivelli, Archdeae of Aquileia, donated to 1433. continuing forward, on the fourth column on the left, there is an altar with Our Lady with the Child and dedicated called Madonna of the Refuge (15th century Vineyard school). Among the masterpieces we can still mention the chapel Bufalini painted by Pinturicchio with Stories of San Bernardino da Siena dated to 1484-1486; the Chapel of St. Pasquale Baylon, in which remains of frescoes of the fourteenth century was discovered in 1974 with a Madonna with the Child between the Saints John the Evangelist and the Baptist, attributed to the Cavallini and Torriti. Miracles of San Pasquale the work of the Seiter and stucco of the Cavallini; moreover, we can still cite a fresco by Benozzo Gozzoli with a St. Anthony from Padua dating back to the 15th century; the Monument to Cardinal Matteo d'Aquasparta, attributed to Giovanni di Cosma a 14th-century Gothic work in Rome and above a Virgin with the Child on the throne between the Ss. Matthew and John and the cardinal) attributed to Pietro Cavallini; these are just some of the wonders preserved in one of Rome's most precious churches.


  • Instagram

©2020 by Laura Spinelli. Proudly created by lauraromeguide